Cover libri Howl-01

Tutti i libri che hanno ispirato i film dello Studio Ghibli

1. Il Castello errante di Howl

Howl2

Molto prima di diventare il celebre capolavoro omonimo di Hayao Miyazaki, Il castello errante di Howl era un romanzo, pubblicato nel 1986 della scrittrice britannica Diana Wynne Jones. L’autrice ha scritto altri due libri con gli stessi protagonisti, Il castello in aria nel 1990 e La casa per ognidove nel 2008. In italiano trovate i libri sia raccolti in un’unica trilogia, sia separati. Eccoli:

 
           

2. La città incantata

Città incantata

Famoso per aver ricevuto il Premio Oscar al miglior film d’animazione nel 2003, La città incantata di Miyazaki è ispirato all’omonimo romanzo La città incantata al di là delle nebbie della scrittrice Sachiko Kashiwaba. Ecco l’edizione italiana:

 

3. Kiki consegne a domicilio

Kiki_-_Consegne_a_domicilio
Uno dei personaggi più amati dello Studio Ghibli è certamente la piccola Kiki. Streghetta protagonista del film diretto da Hayao Miyazaki, Kiki consegne a domicilio, uscito nel 1989. Per questo piccolo capolavoro il maestro dell’animazione giapponese si è ispirato al libro omonimo uscito quattro anni prima della scrittrice giapponese Eiko Kadono. Eccolo:

4. Principessa Mononoke

mononoke
Uscito nel 1997 e diretto da Hayao Miyazaki, Principessa Mononoke non è tratto da un romanzo, bensì ispirato a una serie di racconti della tradizione giapponese che hanno ispirato anche l’immaginario di Takahashi per Lamù e Takahata per Pompoko. Ecco il volume di racconti dal titolo Principesse e Mononoke. Storie di fantasmi giapponesi:

.

 

5. Si alza il vento

si alza il vento

Celebre per essere l’ultimo lungometraggio diretto da Hayao Miyazaki, Si alza il vento, il film Ghibli del 2013, è lontanamente ispirato al romanzo di Tatsuo Hori composto tra il 1936 e il 1937. Ecco l’edizione italiana: 

6. La storia della principessa splendente

principessa splendente
Splendido capolavoro non diretto da Hayao Miyazaki ma dal socio co-fondatore dello Studio Ghibli Isao Takahata, La storia della principessa splendente è un lungometraggio meraviglioso e visivamente incantevole. Anche questo film è ispirato a una leggenda giapponese antichissima, La Storia della Principessa Splendente, che è uno dei racconti popolari giapponesi più noti e amati fin dal Decimo Secolo, e viene considerato il più antico esempio di narrativa del Paese del Sol Levante. Lo trovate in questo volume:

.

7. Una tomba per le lucciole

lucciole
Altro film Ghibli firmato dal braccio destro di Miyazaki, Isao Takahata, è Una tomba per le lucciole. Lungometraggio tratto dal romanzo semi-autobiografico dello scrittore Akiyuki Nosaka. Ecco l’edizione italiana:

.

8. Quando c’era Marnie

marnietop

Anche in questo caso si tratta di meraviglioso lungometraggio dello Studio Ghibli ma non firmato da Hayao Miyazaki, bensì da quello che viene considerato l’erede del maestro dell’animazione giapponese, Hiromasa Yonebayashi. Quando c’era Marnie è tratto dal libro della scrittrice britannica Joan Gale Robinson. Questa è l’edizione italiana:

.

9. Conan, il ragazzo del futuro

conan
Infine anche Conan il ragazzo del futuro, anime televisivo di 26 episodi diretto da Hayao Miyazaki (con la collaborazione di Keiji Hayakawa e Isao Takahata), è un libero adattamento del romanzo di Alexander Key. Eccolo qui:

.

Autore dell'articolo: Jess

Jess
DIRETTRICE – «Around here, however, we don’t look backwards for very long. We keep moving forward, opening up new doors and doing new things, because we’re curious… and curiosity keeps leading us down new paths». (Walt Disney) – Laureata in Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Milano, ama le storie più di ogni altra cosa. Si occupa di letteratura, editoria e cinema d’animazione. Tra i suoi film preferiti “Coraline” e “Meet the Robinsons”.