zimmer (2)

Da Il Re Leone a Spirit: il grande compositore Hans Zimmer ospite di View Conference

Alla prossima edizione di Torino – VIEW Conference, che si terrà  dal 22 al 26 ottobre, sarà presente il celebre musicista, compositore e produttore discografico Hans Zimmer.

“Siamo al settimo cielo nel dare il benvenuto nella grande famiglia di VIEW a questo talento straordinario e versatile – sono le parole della CEO di VIEW, dottoressa Maria Elena Gutierrez – Hans Zimmer è uno degli artisti musicali più innovativi di Hollywood. Il suo intervento sarà senz’altro fonte di ispirazione e un’occasione di alto intrattenimento.”

Hans Zimmer ha conquistato un Oscar dell’Academy per la colonna sonora del film d’animazione Disney “Il Re Leone”, due Golden Globe (sempre per “Il Re Leone” e per “Il Gladiatore”), quattro Grammy Awards (due per il capolavoro Disney, uno per “Allarme rosso” e uno per “Il Cavaliere Oscuro”), una Stephen  Hawking Medal (per “Interstellar”) e oltre un centinaio di altri riconoscimenti, su un totale di 231 candidature, tra cui una ai Tony e una, nel 2006, quale Compositore Cinematografico dell’Anno. Nel 2007 è stato inserito nella lista del Daily Telegraph tra le “100 personalità geniali viventi”. Gli è inoltre stato conferito un Lifetime Achievement Award in Composizione per il Cinema dal National Board of Review, il Frederick Loewe Award assegnato dal Festival Internazionale del Cinema di Palm Springs, e il premio Henry Mancini dell’American Society of Composers, Authors and Publishers (ASCAP) per la sua straordinaria carriera. Gli è stata riservata una stella nella Hollywood Walk of Fame.

Spirit_Cavallo_selvaggio

Ha iniziato la propria carriera come session-man suonando le tastiere in alcuni complessi rock degli anni Settanta e Ottanta, tra cui Ultravox e Krisma, per poi specializzarsi come programmatore di sintetizzatori. Nel 1985 ha anche contribuito all’album del cantautore italiano Claudio Baglioni, “La vita è adesso”. La sua collaborazione con il noto compositore, e suo mentore, Stanley Myers (“Il cacciatore”) gli apre le porte per la prima partitura da solista sul film di Chris MengesUn mondo a parte (1988) che attira l’attenzione del regista Barry Levinson, il quale lo assume per realizzare le musiche di “Rain Man”, che gli fruttano la prima nomination agli Oscar. Da allora, prende parte a oltre 150 film, tra cui “Il Gladiatore” di Ridley Scott (nomination), il già citato “Re Leone”, tutti e tre i “Batman” diretti da Christopher Nolan (con cui collabora anche su “Inception”, “Interstellar” e nel recentissimo “Dunkirk” , ottenendo altrettante candidature agli Oscar) e “Blade Runner 2049”. E’ il fondatore di Remote Control Productions, ed è a capo del dipartimento musicale di DreamWorks.

 

heath-joker-7591

Tra il 2017 e il 2018 Zimmer ha composto le musiche per quattro produzioni tv e 11 film, e accompagnato un gruppo di musicisti in un acclamato tour “on the road”. Attualmente sta lavorando su tre lungometraggi cinematografici: “Widows. Eredità criminale”, “X-Men: Dark Phoenix” e la versione live action de “Il Re Leone”.

La sua carriera lo ha visto dare il proprio fondamentale contributo a molte delle principali produzioni hollywoodiane, affrontando ogni genere cinematografico: dal torbido “Black Rain-Pioggia sporca” di Ridley Scott (con Micheal Douglas e Ken Takakura), proseguendo con film dalla forte tematica sociale e femminista quali “A spasso con Daisy” con i premi Oscar Jessica Tandy e Morgan Freeman, “Thelma & Louise” con le indimenticabili fuggitive Susan Sarandon e Geena Davis, e “Ragazze vincenti”, con Madonna e la stessa Davis, fino al recentissimo “Il diritto di contare”; senza trascurare commedie dolceamare come “Qualcosa è cambiato”  con Jack Nicholson ed Helen Hunt vincitori di un Oscar (altra nomination per Zimmer), l’ormai “leggendaria” serie de “I pirati dei Caraibi” con l’iconico Jackie Sparrow di Johnny Depp (proprio a Zimmer si deve il tema del personaggio, “He’s a pirate”) e alcuni altri importanti cinecomic quali “The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro”, “L’uomo d’acciaio” e “Batman vs Superman: Dawn of Justice”.

Jack_Last_Scene_COTBP

Il suo lavoro per l’animazione, anche a voler prescindere dal già citato “Il Re Leone” (l’originale e ora il remake in arrivo) è  altrettanto significativo, soprattutto considerando il fortunatissimo connubio con DreamWorks: da “Il Principe d’Egitto” (doppia nomination agli Oscar, insieme alla colonna sonora per “La sottile linea rossa” di Terence Malick); con il nuovo millennio arrivano “La strada per Eldorado”, “Spirit-Cavallo Selvaggio”“Shark Tale”,  le trilogie di “Madagascar” e “Kung Fu Panda”, “Mostri contro Alieni”, “Megamind” e “Baby Boss”. Ma anche il premio Oscar “Rango” di Gore Verbinski, il film dei “Simpsons”, e quello tratto dalla fortunata serie “I Thunderbirds”.

MV5BM2RjODNhNWYtYmNiNy00YzBkLWI2NzAtZWIxNWM4YjM3NmQwXkEyXkFqcGdeQXVyNTAyNDQ2NjI@._V1_  

Autore dell'articolo: Dory

Dory
COFONDATRICE e ART DIRECTOR – «Chiunque può cucinare» (Ratatouille) – Laureata in Design della Comunicazione presso il Politecnico di Milano, animatrice e modellatrice 3D. Si interessa di animazione in tutte le sue forme, dalla stop-motion all'animazione tradizionale alla CGI.