THE 75TH GOLDEN GLOBE AWARDS -- Pictured: "The 75th Golden Globe Awards" Key Art -- (Photo by: NBC)

Golden Globes: la Pixar vince per l’ottava volta

È Coco il lungometraggio di animazione vincitore della 75ª edizione dei Golden Globe Awards che si è svolta questa notte a Los Angeles. Il film Pixar, acclamato da stampa e pubblico, e incentrato sulla tradizione tutta Messicana del Dìa de los Muertos si porta a casa l’ambito premio che, come noto, apre la corsa all’Oscar. Accettando il premio, Lee Unkrich, regista del film, ha ringraziato «l’incredibile popolo del Messico e le sue meravigliose tradizioni».

Si tratta dell’ottava vittoria per la casa di animazione di John Lasseter e la decima per la famiglia Disney da quando è stata introdotta la rispettiva categoria nel 2006/2007. Dei risultati che cominciano ad andare stretti alle altre case di produzione e all’animazione europea, specie in un momento di così forte espansione del settore.

Per il secondo anno consecutivo, invece, l’animazione è rimasta esclusa dal premio per la Miglior Canzone Originale, categoria nella quale era candidata con “Home” (Ferdinand), “Remember Me” (Coco) e “The Star” (Gli eroi del Natale). Il premio è andato invece a “This Is Me” di The Greatest Showman.

L’evento ha visto la maggior parte delle celebrità indossare l’abito scuro per sensibilizzare al problema delle molestie sessuali e degli abusi nell’industria cinematografica, in linea con i movimenti di #MeToo e “Time’s Up”. La serata è stata anche animata dalle battute del conduttore Seth Meyers su Harvey Weinstein e Kevin Spacey. In questo contesto anche il team di Coco è stato chiamato ad affrontare il tema a proposito dell’auto sospensione del direttore creativo della Pixar John Lasseter, proprio a seguito di accuse di molestie. La produttrice di Coco, Darla K. Anderson, ha commentato a tal proposito che lo studio «sta guardando a tutto questo con la massima integrità possibile» e il regista Unkrich, indossando la spilla del movimento “Time’s Up”, ha aggiunto: «Possiamo essere tutti migliori. Stiamo prendendo provvedimenti e continuiamo ad andare avanti per creare arte».

Qui il video della premiazione di Coco. Di seguito gli altri candidati della categoria Miglior Film d’Animazione:

Baby Boss di Tom McGrath (DreamWorks)

The Breadwinner di Nora Twomey (Cartoon Saloon)

Ferdinand di Carlos Saldanha  (Blue Sky Studios, 20th Century Fox Animation)

Loving Vincent di Dorota Kobiela e Hugh Welchman (BreakThru Productions, Silver Reel, Trademark Film)

Autore dell'articolo: Jess

Jess
FONDATRICE e DIRETTRICE – «Around here, however, we don’t look backwards for very long. We keep moving forward, opening up new doors and doing new things, because we’re curious… and curiosity keeps leading us down new paths». (Walt Disney) – Laureata in Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Milano, ama le storie più di ogni altra cosa. Si occupa di letteratura, editoria e cinema d’animazione. Tra i suoi film preferiti “Coraline” e “Meet the Robinsons”.